logo TENEDLE

giu
12
2019

TENEDLE TRAUMSENDER “SPARKLE” L’ULTIMO VIDEO E IL FUTURO – UN NUOVO PERIODO CREATIVO

#Sparkle è Il brano probabilmente più trasmesso dalle radio dall’uscita di #Traumsender ormai oltre un anno fa. La risposta alla mia scelta “filosofica ed estremamente stimolante” di usare l’inglese come lingua nei miei dischi è stata stupefacente, prima di tutto ed inaspettatamente dal Regno Unito, dove sappiamo bene quanto non sia facile “entrare”. Poi sono arrivate radio dal Messico, il Canada, gli Stati Uniti, l’Argentina, Israele, oltre ovviamente, ma senza che fosse scontato dall’Olanda, il Belgio, la Germania, il Lussemburgo, la Spagna e l’Italia.
Con l’uscita di Sparkle si chiude la promozione del mio settimo album in studio. 15 mesi tra concerti, recensioni, interviste e moltissima radio. Sono molto soddisfatto, in realtà continuerò a suonare questi brani per molto tempo. Suonarli è stato un altro grandissimo piacere.
Qui il video del brano, ancora in bianco e nero, come quasi tutto il concept #Espressionista del disco, con molti elementi ed idee fotografiche e “simboliche”. La fotografia e la luce mi interessano molto nel racconto. Poi gli elementi narrativi, senza necessariamente essere spettacolari, in un mondo dove lo spettacolo viene estremizzato soffocando totalmente l’immaginazione e la poetica.

Nel video io, la persona che si muove nella stessa “scatola” soffocante e buia di #Revival ma stavota senza trucco ne espedienti, solo un paio di occhiali per difendersi, quasi, giocando con una luce “pericolosa”.
Una città ripresa dall’alto (realizzata dai rottami di un computer, transistors), Lampadine che fluttuano tra nuvole che sfrecciano veloci, tradite da un visibile filo – di ironia direi- che le sostiene, ma spesso al contrario, a testa in giù. Il tempo che viene rivoluzionato dalle idee. Adoro osservare le nuvole. Poi gente su una spiaggia, un esodo di massa, domenica olandese, e formiche su un vecchio muro, popoli che si muovono…. Altri elementi fotografici compleatano un video non solo per pura estetica. Quasi ogni frammento rappresenta almeno una micro storia, un simbolo, osservate…
Ovviamente sono al lavoro su materiale nuovo, ho diverse cose in mente e l’urgenza o la pratica del creare è continua. La musica è per me uno splendido medium prima di tutto a livello interiore, mi conduce sempre in altre dimensioni e percezioni, riesce a farmi elaborare in armonia serenità ed ossessioni. Ormai però non riesco a ragionare senza includere nel mio “modo” creativo quasi tutte le discipline artistiche. Ecco perchè anche nella realizzazione dei video ho smesso di delegare. Adoro dedicare il mio tempo alla scrittura, la cinematografia, la fotografia, la musica e il suono, la pittura, il disegno, la scultura, il gioco. Lo “sbaglio” non mi interessa, la mancanza di “tecnica” la trovo in certi casi una splendida forma di sperimentazione, ma solo quando credo di aver qualcosa da dire torno….
Buona visione e a presto.

#Tenedle #Sparkle #Traumsender #Videoart #Multimedia #Artist

giu
05
2019

TENEDLE – MEMORIA – 5 GIUGNO 2015 – “AMORE DA UN ALTRO MONDO” SU ROCKWAVE BLU RADIO – PADOVA

Un altro bel ricordo l’incontro con Agostino Spolaore, Maurizio Calzavara e Alberto Prisco a Rockwave su Blu Radio Padova. Tenedle suona “Amore da un altro mondo” dall’album “Vulcano” completamente acustica. Buon ascolto!

giu
02
2019

TENEDLE – MEMORIA – 1989 – LAUGHING SILENCE OVVERO LA PASSIONE PER L’ELETTRONICA

Curioso ricordo (1989 – 30 anni fa)
In questa intervista su LA NAZIONE parlavo (da moccioso 20enne aspirante popstar) dei Kraftwerk come un gruppo “poco conosciuto”. Li adoravo dai tempi del programma RAI “The Strix” 1978 in cui apparvero per la prima volta in Italia credo.
In effetti “Electric cafe”, 1987, fu inizialmente un mezzo flop ed ancora, nel 1991, quando vennero a suonare al Sicurcaiv di Grassina (Firenze – in provincia) eravamo meno di 300 persone in sala.
Che goduria comunque!!
La formazione originale: Ralf Hutter, Florian Schneider, Karl Bartos e Wolfgang Flur, lo stesso concept che ancora gira per il mondo e oggi fa milioni di spettatori.
I Laughing Silence non imitavano i Kraftwerk, non ne avevamo il coraggio e probabilmente “ancora” neanche il talento, ma l’elettronica ci ha formati, costruire canzoni mettendo al centro di tutto la produzione era nel nostro dna. Passavamo ore chiusi in cantine ammuffite. Quanti nastri abbiamo sovrainciso….
La musica elettronica e’ ancora attuale, futurista, e secondo me “avvolgente” e per niente fredda, siamo appena nel mezzo di un’era, ed è una delle piu’ alte forme di arte contemporanea. Un potenziale meraviglioso.
#Tenedle #Kraftwerk #LaughingSilence #Elettronica
la nazione laughingCurioso ricordo (1989 – 30 anni fa)

mar
15
2019

TENEDLE “NO GROUND” UN NUOVO CAPITOLO DEL FILM DI TRAUMSENDER

gen
25
2019

TENEDLE “E improvvisamente la vita apparve in sogno”

Tenedle “…And of a sudden Life appeared in a dream”

#LifeinTenederland

Older Posts »
© 2010 TENEDLE