logo TENEDLE

COSMONAUTA

L’ultima stazione dove scendere
Dopo aver passato un’era in piena apnea
L’ultimo confine dove attendere
Voglio respirare un’ora d’aria

Dietro i vetri neri la mia nave è al buio ferma
Osservo le auto trai semafori
Chiuso in questa gabbia mi rifletto e penso
A come siamo liberi di scegliere

File parallele si combattono
Calme in apparenza e pronte a uccidersi
Segni inconfondibili confermano
Una congestione
Troppa imbecillità
E se ci penso e sono ancora qua
Dimmi, che mi aspetto ?

Ora non ho più nessuna benda , no
Tocco e vedo bene ciò che intorno ho
Circondato e immerso nel ridicolo
Seguo anch’io la loro direzione
Quale?

Se ci penso io non so cos’è
Quello che mi aspetto

L’ultima stazione dove scendere
Voglio respirare un’ora d’aria

© 2010 TENEDLE