logo TENEDLE

MUSICREVIEWS 2.0 – febbraio 2011

Davvero una piacevole sorpresa questo “Grancassa” di Tenedle.Non lo conoscevo proprio e non ne avevo mai sentito parlare; ora però consiglio a tutti di andarlo a sentire.Licenziato dalla U.D.U. Records, racchiude una manciata di canzoni (cantate in italiano) fra Babalot e Moby che risultano piacevolissime all’ascolto. Colpiscono soprattutto “Ideale” e “Staccadendo” in cui la voce di Tenedle si sposa bene con quella femminile presente in traccia (Marydim nella prima e Vanessa Tagliabue Yorke nella seconda) – sicuramente i pezzi più riusciti. Molto belle anche “Maledizione”, “Boomerang” e la traccia che chiude l’album, “In feedback”, anch’essa cantata insieme a Marydim.
La particolarità del disco è che al primo ascolto non ti convince del tutto ma la fortuna è che ti lascia qualcosa dentro che ti spinge ad andarlo a riascoltare. Al secondo ascolto non c’è scampo: ti conquista! Le melodie leggere ti entrano in testa e anche le parole galleggiano bene grazie ad una scrittura riuscita e ricercata, mai banale (“dentro la mia stanza oggi è il mio compleanno, non mi serve niente, mia madre mi accudisce, mio padre ubriaco mi costruisce un ponte” Hikikomori).
Felice scoperta.

Nicola Maraglino
http://musicreviews2p0.altervista.org/?p=3372

Invia un commento

© 2010 TENEDLE