logo TENEDLE

MUSIC CLUB novembre 2007

MUSIC CLUB – NOVEMBRE 2007
E grazie a Dio o chi per lui è finalmente uscito il nuovo album di Tenedle!! Il fiorentino Dimitri Niccolai (nome tipicamente toscano, no?) s’era già reso il mio cantautore italiano preferito col suo precedente album “Luminal”, e questo splendido “Alter” non fa che confermare se non migliorare le impressioni ricevute dal primo album. Innanzitutto la confezione è eccellente. Far apparire elegante ed originale un comunissimo jewelcase non è da tutti. Certo il fotografo non è Anton Corbijn, ma gli piacerebbe. Il pezzo si apre con la breve intro “Plenilunio”, che quasi impercettibilmente sfocia in “Notte Fonda”, ed è già capolavoro!! Voce melodica con portamento minimale il cui timbro continua a ricordarmi quello di Battiato, con controcanto ipersaturato… Electropop non distantissimo dai Depeche Mode ma meno crogiolato sugli allori… Basta poco: una chitarra espressionista, un violino che impenna sull’asfalto… Ed eccolo qua, il primo capolavoro del disco. De “Le Mosche sul Dolce” già è sufficiente il titolo per farmi innamora: ho sempre avuto un debole per i titoli dei brani di Tenedle, geniale! “88 Ore” è un altro gioiellino, frutto di psiche, chimica e alienazione moderna… Talmente ovvio e talmente naturale che è un orrore ammetterlo: gioiello! E ce ne sono molti altri, incastonati in questo disco: “Insensibile”, “Fintorgasmo”, “Katasterismo”… Un disco sanguinante e asettico, pieno di distorsioni pulite e carico di violenza lasciata a sfogarsi dentro cubi di plexiglass antiurto. Tenedle, me ne fai subito un altro?

MOONFISH

http://www.musicclub.it/musicclub/jsp/rubriche/default_one.jsp?id_rubrica=11370763724530&id_numero=11709328154890

© 2010 TENEDLE